ARCHIVIO NEWS

Oggi, 19 marzo 2014, è iniziato l’allagamento delle risaie alla Tenuta Colombara. La consuetudine della famiglia Rondolino indica infatti il 19 marzo, ricorrenza di San Giuseppe, festa del papà, come data tradizionale dell’inizio della sommersione delle risaie.

Piero ha sempre continuato la tradizione in ricordo dell’onomastico della mamma Giuseppina, giorno in cui la casa si riempiva di profumi e colori dei fiori portati dai parenti e dagli amici. Rinaldo continua oggi questa tradizione che ha iniziato suo papà Piero.

Il 19 marzo, come consuetudine per la famiglia Rondolino, inizia la storia di Acquerello il Riso, una storia che si rinnova con l’arrivo della primavera, quando le risaie si riempiono d’acqua che riflette il paesaggio, le montagne e la Tenuta Colombara, proprio come è rappresentato nell’immagine della lattina di Acquerello.

Dalle montagne, con l’innalzarsi della temperatura, la neve e poi il ghiaccio gradualmente si sciolgono e, attraverso canali sempre più piccoli, raggiungono la Tenuta Colombara. Quest’acqua pura sarà l’elemento vitale di Acquerello il Riso. La pianura, che in precedenza è stata arata e concimata, di colpo si veste del colore del cielo.

Protetto da qualche centimetro d’acqua che ripara dal freddo notturno il seme di Acquerello sembra che dorma, invece si è già messo in cammino, si sta pian piano gonfiando e dalla sua gemma nasceranno le prime radici e le prime foglie. Con i tempi della natura la pianta darà i suoi frutti che raggiungeranno la loro perfetta maturazione agraria solo a settembre e poi, dopo la raccolta, si perfezioneranno nel tempo con l’invecchiamento nei silos.