LA TENUTA

Nelle terre del Torrone della Colombara il riso era già coltivato alla fine del 1400, quando ebbe inizio la risicoltura in alta Italia.

Nel 1571 la chiesa della Tenuta diventa parrocchia, dando inizio a quel “mondo cascina” che si stava sviluppando: chiesa, camposanto, osteria, abitazioni…

La proprietà passa tra diverse famiglie di rami cadetti dei Savoia, futuri re d’Italia, fino al 1868, anno in cui viene acquistata da una famiglia biellese, i Magnani. Nel 1935 Cesare Rondolino ne diventa il terzo proprietario storico.

Nel 2002 la Famiglia Rondolino costruisce una nuova riseria, in cui vengono installate tecnologie, sia tradizionali che innovative, per massimizzare la qualità della trasformazione del riso.

Negli anni successivi, in memoria della tradizione secolare, è stato realizzato un interessante conservatorio della risicoltura privato andando a rioccupare gradatamente i locali della cascina: i laboratori del fabbro, del falegname, del sellaio, della sarta, le abitazioni, la scuola, il dormitorio delle mondine. Ogni cosa è stata riposta dove era una volta, senza essere restaurata, come i locali stessi, per preservarne così tutte le ferite del tempo.

Al Torrone della Colombara è stata posta anche una particolare attenzione all’ambiente con il ripopolamento di pipistrelli e di molte specie di libellule, al fine di limitare il numero di zanzare nel modo più naturale.

Tenuta Colombara

Se continui ad utilizzare questo sito acconsentirai l'utilizzo dei cookie.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close