Ultime News

17 settembre 2014

LA TENUTA TORRONE DELLA COLOMBARA E “LA POSSIBILITA’ DI UN’ISOLA”

Gli spazi, carichi di storia e di antiche suggestioni, della Tenuta Torrone della Colombara si [...]

Il Racconto del Riso

La Tenuta Colombara nelle foto del maestro Gianni Berengo Gardin
il racconto del riso

claudia

LA TENUTA TORRONE DELLA COLOMBARA E “LA POSSIBILITA’ DI UN’ISOLA”

Gli spazi, carichi di storia e di antiche suggestioni, della Tenuta Torrone della Colombara si aprono, domenica 28 settembre, per ospitare una mostra poetica e dal forte impatto emozionale, La possibilità di un’isola. Tre artisti di provenienza e cultura diversa, Claudia Haberkern, Kudo Masahide e Brigitta Rossetti, si raccolgono in una meditazione e un dialogo reciproco sulla natura, sul corpo e sulla metamorfosi, facendo dialogare, con una armonia limpida e pura, le opere e lo spazio.

La possibilità di un’isola – titolo che il curatore della mostra, Ivan Quaroni, trae da un celebre romanzo di Michel Houellebecq – è un progetto voluto da Claudia Haberkern, artista che da venticinque anni abita ed opera all’interno della Colombara, per diffondere il crescente lato artistico del luogo. Gli spazi sono quelli resi liberi dalle attività produttive risicole della famiglia Rondolino che ama completare la vita della Tenuta con diverse iniziative culturali.

Figura traslata della solitudine e del distacco, l’isola è un tropo letterario che rimanda necessariamente anche alla condizione creativa, che necessita, appunto, di un ambiente (fisico e mentale) raccolto. La possibilità di un’isola è, dunque, allusione a uno stato necessario d’immersione (e introversione) che consente all’artista di uscire, almeno momentaneamente, dal flusso dei pensieri e delle attività ordinarie.

La mostra sarà aperta fino al 26 ottobre.

Leggi tutto

Eventi

  1. SALONE INTERNAZIONALE DEL GUSTO E TERRA MADRE

    ottobre 23 @ 11:00 - ottobre 27 @ 20:00

Testimonials

Vota anche tu il tuo Luogo del Cuore FAI!

Newsletter

Se sei interessato a Riso Acquerello e ai suoi eventi, lascia qui il tuo indirizzo email:
* campo obbligatorio